Dopo la positiva esperienza del 2018, Sloworking e l’Istituto di Scuola Superiore Vanoni di Vimercate rilanciano Roles in Progress , un percorso rivolto alle classi IV per condurle, attraverso giochi di ruolo, laboratori creativi e lavori di gruppo, nell’esplorazione di archetipi sociali e familiari legati al genere, nella decostruzione e ricostruzione di ruoli e nella visualizzazione di futuri possibili.
Sarà l’occasione di sperimentare “pratiche di parità” e di “buon conflitto” nella convinzione che il ben-essere sia possibile solo in una prospettiva di riconoscimento dei propri e degli altrui bisogni e aspirazioni.

Il Contesto

L’intuizione di Sloworking, già testata nel progetto pilota, è che sia necessario introdurre nelle scuole il tema della parità con una modalità esperienziale e non dogmatica , in cui la gestione sana dei ruoli, dei conflitti e delle dinamiche di genere sono presentati come parte integrante delle competenze “soft” degli uomini e delle donne (di oggi e di domani), nella società, in famiglia e nel mondo del lavoro.
Il progetto, inserito infatti nel percorso di alternanza scuola-lavoro, non parte da “stereotipi” di vittime e carnefici ma punta al coinvolgimento attivo e positivo anche e soprattutto dei maschi, non in qualità di “colpevoli”, ma come alleati chiave nel riequilibrio dei ruoli verso un benessere pieno di entrambi

Gli obiettivi

  • Promuovere la parità come opportunità di benessere per tutti, portando in emersione il vissuto e il percepito di ragazzi e ragazze – attraverso l’espressione verbale, ma anche manuale e creativa – e consentendo a ciascuno di fare un proprio percorso di empowerment, divenendo attore e co-creatore del percorso;
  • puntare al coinvolgimento propositivo e non colpevolizzante dei ragazzi/uomini perché possano decostruire e ricostruire la mascolinità , anche fuori da archetipi e stereotipi;
  • favorire nelle ragazze/donne l’autostima e la consapevolezza del proprio valore come antidoto alla violenza , nelle sue diverse forme;
  • favorire non solo il confronto tra generi, ma anche e soprattutto il confronto in gruppi di pari per genere, particolarmente raro tra maschi eppure estremamente utile per vivere consapevolmente la propria identità;
  • fare “pratica di parità”, partecipando attivamente alla progettazione, alla comunicazione del progetto, frequentando gli spazi dell’associazione sia durante le ore di alternanza che in altre occasioni;
  • attraverso interventi dedicati e di rinforzo al percorso, rendere consapevoli gli adulti di riferimento (genitori e docenti) di comportamenti che perpetuano stigma e stereotipi di genere, in un senso o nell’altro.

Perchè il tuo aiuto è importante

Il progetto è stato selezionato nell’ambito del Bando per il “Youth Bank, affettività e cura delle relazioni” e sarà in parte finanziato dalla Fondazione della Comunità di Monza e della Brianza se, attraverso una raccolta fondi, raggiungeremo l’obiettivo di 1.200 Euro.

Ogni donazione, anche di 5 Euro, può aiutarci a raggiungere l’obiettivo e a realizzare il progetto.

Sostieni il progetto con una donazione!

DONA ORA!