IMPRENDIstorie

La passione che diventa lavoro

Uno spazio e un tempo per raccontare una storia.

La storia di persone che hanno fatto scelte lavorative non convenzionali, riscoprendo talenti a lungo coltivati solo per hobby o mettendo a frutto esperienze e competenze che non avevano trovato il giusto spazio altrove.

Domenica 31 marzo daremo spazio a Eloise Morandi che ci racconterà la straordinaria storia di Nina & Other Litte Things®.

ImprendiStoria Nina

Mi chiamo Eloise Morandi, designer di “Nina and other little things”.

L’ho disegnata per la prima volta sul mio taccuino, seduta su un marciapiede alle 4 del mattino durante la Design Week di Milano nell’aprile del 2005 …

Ricordo chiaramente quella sera, l’eccitazione e il continuo sbocciare di idee, le tante visite a vernissage (e i tanti prosecchi..), la folla e gli incontri con brillanti designers …e poi io seduta sul pavimento per riprendere fiato. Appena Lei ha preso forma sul foglio ho semplicemente esclamato «Nina!». Ed eccola:  una «pupetta» fatta di un cerchio irregolare (la testa), un triangolo (il corpo), due linee lunghe (le gambe) e un tratto sul viso per conferirle uno sguardo. Poi sono corsa a casa e le ho dato il colore, rosso, che è il primo colore pastello che ho trovato sulla mia caotica scrivania … così è diventata una “pupetta rossa”.

Credo di aver progettato Nina perché avevo bisogno di lei. Ho creato la mia piccola «fuga dalla finestra», il mio amico immaginario, la mia complice di pensiero, solo il mio.

Da quella speciale notte di primavera non ho mai smesso di disegnarla, neanche un giorno, nonostante continuassi il mio lavoro come graphic designer e arredatrice d’interni. Ho creato una collezione autoprodotta che è stata venduta in diversi concept store italiani, alcuni prestigiosi come il gift shop della Triennale di Milano e a Parigi presso Colette.

Nel 2013 mi affianca Paolo Bazzani, vero e proprio maestro della cartotenica per cui lavoravo dal 2008 nello sviluppo delle sfilate di Antonio Marras e Kenzo. Abbiamo lavorato duramente per creare la prima collezione completa che potesse esprimere il nostro know-how: ingegneria cartotecnica e abilità di stampa, sensibilità artistica e design poetico. Per me il design poetico significa un segno semplice, leggerezza, parole non dette ma immaginate. Il «sentimento poetico» viene dagli occhi che lo guardano. Adoro ad esempio i fantastici disegni di Saul Steinberg, di Linea di Osvaldo Cavandoli, e non ultimo The Peanuts di C.Schulz.. così semplice… così filosofico… E poi il mio grafico preferito di sempre: Alan Fletcher e l’inventore Bruno Munari. 

Nina non ha la bocca ma comunica, non ha braccia o mani ma fa accadere le cose. Come? Con la tua immaginazione. Vive in un limbo d’avorio, che offre molto spazio a pensieri ed evocazione. Lei è tua … molte persone gentili mi hanno detto che sentono di avere una piccola Nina dentro di loro. Io lo chiamo design poetico. La collezione comprende raffinati oggetti di cartoleria, giochi da tavolo, libri d’artista e oggettistica ricercata. Tutti gli articoli sono espressione di una manifattura eccellente, dell’ossessione per i dettagli e della continua ricerca di materiali eco-compatibili.”

Ora Nina “viaggia da sola”…dal 2014 ho firmato con una storica agenzia italiana di Licensing, Dic2 che mi ha permesso di alleggerirmi del durissimo ruolo di “designer-artigiana di collezioni autoprodotte. Ora le collezioni di Nina vengono sviluppate e distribuite in tutto il mondo, dall’editoria, all’home-wear alla cartoleria. Orgogliosa di essere arrivata con lei al gift shop del Pompidou di Parigi –  museo che amo alla follia – ed essere stata scelta per il 4° anno consecutivo come mascotte e comunicazione visiva dal Dipartimento della Cultura e del Patrimonio francese di Ile de France per eventi legati alla poetica del patrimonio.

Eloise Morandi Nash

 

Vieni a conoscere Eloise. Potrai ascoltare dal vivo la sua storia, ammirare Nina nelle sue diverse rappresentazioni e, se vorrai, acquistarne le creazioni.

Il tutto accompagnato da caffè e pasticcini.

Quando

Domenica 31 marzo dalle 10,00 alle 12,00.

Dove

via Crispi 19, 20871 Vimercate.

Ingresso a offerta libera con prenotazione obbligatoria.

Il ricavato sarà destinato a sostenere progetti per l’imprenditoria femminile.

 

Voglio conoscere la storia di Nina & Other Litte Things. Mi iscrivo!

2 + 9 =